Sicurezza vetri

Tra le varie applicazioni decorative e comunicative si annoverano anche le pellicole per le pareti vetrate, che siano piccole finestre o grandi lastre divisorie, parliamo sempre di elementi scelti per la trasparenza, la luce e la facilità di manutenzione.

Tuttavia, l’elemento “vetro”, da qualche anno è soggetto ad un esame piuttosto attento da parte degli organi che vigilano sulla Sicurezza nei vari ambienti, lavorativi o no. Questo importante aspetto, nasce da pesanti statistiche da cui emerge un considerevole numero di infortuni ed incidenti causati in modo diretto od indiretto di superfici vetrate infrante.

La normativa attuale infatti, stabilisce che in ambienti di lavoro pubblici e non, debbano essere presenti vetri con caratteristiche tali da poter sopportare la loro stessa rottura, o risultare comunque non pericolosi in caso sollecitazioni che ne comportino la distruzione.

Stiamo parlando del “Testo unico sulla sicurezza”, meglio citato come D. Lgs. 81/2008 (TESTO INTEGRALE). Nel documento, si evidenziano i rischi relativi a qualsiasi probabilità di rottura (urti, esplosioni/implosioni, vibrazioni, ecc.), e si indicano in modo preciso le modalità costruttive di serramenti e pareti onde evitare futuri incidenti. 

Chiaramente, l’attuazione di tale norma, come per altre, comporta spesso costi improponibili, uniti ai gravosi problemi di fattibilità.

Nella sostituzione di importanti lastre, vi sono da considerare un rinforzo (o la sostituzione) delle strutture portanti, delle relative opere murarie, nonché dei tempi di realizzazione. Questo importante aspetto, rischia di risultare in molti casi decisamente compromettente dal lato economico.

COME RISOLVERE?

Oltre alla sostituzione, esiste l’opportunità di riportare a norma tutti i vetri non sicuri, attraverso l’applicazione di pellicole dedicate. Il principio è assolutamente semplice quanto geniale: applicando sulla vetrata una pellicola adesiva, essa conterrà ogni frammento nel caso in cui il vetro stesso venga infranto.

Naturalmente la pellicola dovrà rispettare determinate caratteristiche che verranno considerate durante un  sopralluogo; dalla tipologia del vetro esistente, del suo spessore, dalla posizione, ecc si opterà per la scelta più congrua atta ad ottenere, una volta applicata la pellicola, una Certificazione che comprovi la riqualificazione della superficie secondo la normativa.

METODO ECONOMICO?

Assolutamente si. Se si considera che le pellicole vengono facilmente applicate direttamente sul posto, seppur con metodi e particolare operatività, si dovranno escludere i costi di sostituzione/rimozione, eventuali rinforzi delle strutture, opere murarie e tempi di realizzazione!!! Tutte spese azzerate. Restano dunque il costo della pellicola e della sua applicazione. I materiali vengono posati sul posto senza dover interrompere alcuna attività. Il risparmio è calcolabile in quasi 2/3 del costo di una sostituzione completa !!!(senza contare lo smaltimento, per questo esortiamo sempre a richiedere preventivi di confronto …)

Bisogna necessariamente aggiungere, che alcune pellicole, hanno caratteristiche aggiuntive importantissime tra le quali il miglioramento dell’aspetto climatico. Non solo, la gamma di prodotti prevede anche materiali anti UV (rallentano il processo di decolorazione degli oggetti nelle vetrine …).

In tutto questo, spunta ancora una volta il marchio leader mondiale di questi prodotti: 3M. 

Per chi avesse dubbi o desiderasse ulteriori informazioni, ci Contatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *